Womanizer, che cos’è, come funziona e cosa dicono le utenti che lo hanno provato

Sapevi che le prime notizie sulla clitoride risalgono al 1844 quando Georg Ludwig Kobelt, un anatomista tedesco, ha descritto per primo il suo funzionamento?

E sapevi che per secoli questa parte così importante del corpo femminile è stata completamente dimenticata?

E infine, che la donna possiede l’unico organo umano preposto esclusivamente al piacere con le sue 8000 terminazioni nervose?

Se la risposta a tutte queste domande è no, allora ti conviene leggere quest’articolo. Scoprirai moltissime cose su di te che non conosci e che Womanizer ti aiuterà piacevolmente ad imparare, grazie a sex toy rivoluzionari come il succhia clitoride con l’innovativa tecnologia a onde.

Genere della clitoride

Partiamo dalle basi: si dice il clitoride o la clitoride? Ti sciolgo subito il dubbio, sono corrette entrambe le forme, come assicura l’accademia della crusca. Noi abbiamo scelto di adottare il genere femminile, per ovvie ragioni.

Clitoride, un po’ di storia

Georg Ludwig Kobelt, anatomista tedesco, fu il primo, nel 1844, a descrivere in maniera completa la clitoride.

Successivamente questa preziosa parte del corpo femminile fu praticamente dimenticata, con qualche rara eccezione in alcuni trattati.

Finché la dottoressa Elen O’Connell, la prima urologa australiana, decise di studiare l’anatomia completa di questo organo e di renderla accessibile a tutti.

Nel 2016 Odille Fillod, una ricercatrice indipendente, decise di creare una stampa 3D di una clitoride, rendendo libero da diritti il modello online, allo scopo di ridurre l’ignoranza sessuale nel campo del piacere femminile.

Ma com’è fatta una clitoride?

Per anni la società patriarcale, l’ignoranza, le credenze e i luoghi comuni hanno represso la sessualità femminile.

La conoscenza di questo organo è infinitamente inferiore se confrontata con ciò che sappiamo degli altri organi sessuali.

Uno studio approfondito sulla sua anatomia e sulle sue funzioni sarebbe un grande aiuto nella lotta ai pregiudizi sociali relativi soprattutto al piacere femminile, come il tabù della masturbazione.

Non solo è l’equivalente femminile del pene (e non la vagina!), ma a differenza di quest’ultimo, la clitoride, non ha alcuna funzione nella minzione (non si fa pipì da lì) e anche nella riproduzione non ha alcun ruolo.

Questo significa che la clitoride ha come unico ruolo quello di dare piacere alla donna durante il rapporto sessuale, anche se c’è un recente studio che ipotizza un suo ruolo anche nella riproduzione.

Se si studia la sua anatomia e il suo funzionamento ci si accorge che tutte le concezioni sessiste sul ruolo maschile e femminile nel rapporto, possono essere completamente sovvertite.

La clitoride, quindi, esattamente come il pene, è un organo erettile che può raggiungere anche i 12 cm di lunghezza se stimolato.

Se stai strabuzzando gli occhi, dai un’occhiata all’immagine qui sotto e tutto ti sarà più chiaro.

La clitoride è quel corpo carnoso che si intravede tra le piccole labbra nella parte alta della vulva, sotto una piega della pelle detta cappuccio o prepuzio (sì, ce l’hanno anche le donne).

Questa parte prende il nome di glande clitorideo, ed è orientato verso il basso mentre in alto forma un angolo o gomito. Ma non è che la punta dell’iceberg, dietro questo piccolo pezzetto di carne si nasconde un mondo!

Dal gomito, infatti, partono due radici di corpi cavernosi che si estendono verso il basso in maniera simmetrica come se fossero due “gambe”.

Tutto questo apparato presenta 8000 terminazioni nervose, il doppio di quelle presenti nel pene e questo ci porta ad un altro concetto molto importante.

Orgasmo clitorideo o vaginale?

Anche questa volta, ci metto poco a scioglierti i dubbi: nessuno dei due, o meglio, entrambi!

Ti svelo un segreto, tutti gli orgasmi della donna sono dovuti alla clitoride. Anche per chi dice di preferire la penetrazione. In realtà viene stimolato il punto G situato sul retro del corpo cavernoso della clitoride, mentre le cosiddette “gambe” provocano il piacere quando si stringono intorno alla vagina.

Sensibilità della clitoride

L’invecchiamento è uno stato che non influisce sulla sua forma e sulla sua dimensione e inoltre ogni donna possiede una clitoride di forma diversa.

Proprio questa originalità comporta che ogni donna richieda una differente stimolazione. Il movimento necessario alla stimolazione della clitoride attraverso il glande può variare da donna a donna, così come la velocità.

Ecco perché chi si trova dall’altra parte, che sia un partner o un sex toy, dovrà adattarsi alle esigenze della donna.

Womanizer per le donne

Sai qual è il significato di questa parola inglese? Womanizer in inglese sta per donnaiolo, sciupafemmine.

E mai termine fu più adatto per un sex toy in grado di sovvertire tutte le regole del piacere femminile.

Per anni il piacere della donna è stato legato indissolubilmente all’orgasmo vaginale, mentre quello clitorideo è stato un po’ messo da parte.

I sex toy erano limitati alla stimolazione diretta dei vibratori.

Con i suoi sex toy, Womanizer, è una vera e propria rivoluzione nel suo campo.
I suoi prodotti sono in grado di provocare il piacere attraverso una tecnologia innovativa come la Air Tecnology, che stimola la clitoride con delicate vibrazioni dell’aria.

In particolare la stimolazione può avvenire senza contatto diretto grazie alla tecnologia a onde che permette un’immersione totale nel piacere senza sovrastimolare la parte.

Secondo le donne che li hanno provati, i 12 livelli di intensità danno la possibilità di scegliere, secondo i propri gusti e il proprio stato d’animo, un’azione più delicata o più potente.

Anche l’autopilota è stato un sistema molto apprezzato perché produce diversi tipi di stimolazione ma senza stare ad impazzire tra le funzioni.

Molte donne hanno apprezzato, infine, il sistema Smart Silence, che garantisce il piacere senza ronzii fastidiosi.

La testa stimolatrice succhia clitoride è in grado, grazie alle dimensioni variabili di Womanizer, di adattarsi a qualsiasi donna.

Questi stimolatori possono essere utilizzati anche in acqua, per una vera e propria immersione nel piacere.

Conclusioni

La cultura maschilista, il cosiddetto machismo o società patriarcale, hanno cancellato dalla storia l’esistenza e la funzione di questo organo. Trasferendo sulla donna l’idea maschile di purezza e riducendo la sua sessualità a un apparato riproduttivo.

Oggi invece siamo in grado di affermare che la donna ha lo stesso diritto dell’uomo alla sessualità e che in questa va compresa anche la masturbazione.

E se una donna desidera che la sua sessualità passi anche (o soltanto) attraverso un sex toy, come un succhia clitoride con tecnologia a onde Womanizer, perché porre un limite alla sua libertà sessuale?

Ora che conosci in maniera più completa questo stupendo organo perché non farti un regalo?