Problemi di erezione? Ecco 5 consigli per superarli!

Disfunzione erettile, per anni è stato (e lo è ancora) un argomento scabroso, assolutamente da evitare. La condizione era da tenere ben nascosta, scansando risatine e battutine poco piacevoli. Insomma la disfunzione erettile è stato ed è tutt’ora un vero e proprio tabù.

Questo disturbo ammutolisce chi ne è affetto e spaventa chi ha avuto solo qualche sporadico episodio. Entrambe le tipologie di soggetti, però, restano chiuse in un silenzio imbarazzato. Sono in pochi quelli che prendono provvedimenti e si rivolgono ad uno specialista o al medico di famiglia.

E invece noi siamo convinti che nel 2021 di certe cose si debba parlare. Solo così si possono affrontare e soprattutto risolvere.

In questo articolo, ti forniremo informazioni relative a questo argomento e soprattutto cercheremo di darti qualche consiglio per gestire il problema e affrontarlo con serenità, affinché la disfunzione erettile non sia più qualcosa di cui vergognarsi.

Erezione, come funziona?

Prima di affrontare l’argomento “soluzione” vediamo di chiarire una volta per tutte cosa significa disfunzione erettile e cosa accade nel corpo dell’uomo quando ha problemi di erezione. Ma per farlo abbiamo bisogno di capire in cosa consiste l’erezione.

L’erezione è un processo fisiologico che provoca un aumento di turgore e di volume del pene, dovuto ad un maggiore afflusso di sangue.

erezione-come-funziona

Ciò avviene a seguito di una stimolazione erogena, ovvero la stimolazione di zone del corpo, che contribuisce a determinare l’eccitamento sessuale.

Tale stimolazione, che può essere visiva, tattile o psicologica, attiva alcune aree cerebrali attraverso le fibre nervose contenute nel midollo spinale. Queste provocano una vasodilatazione aumentando il flusso di sangue al pene.

Si tratta, quindi, di una incredibile interazione tra elementi del corpo maschile di diversa natura: vascolare, nervosa, psicologica, ormonale, che concorrono tutte alla realizzazione di questo evento involontario.

Disfunzione erettile, cos’è e quali sono le cause

La disfunzione erettile (DE) è la costante incapacità di raggiungere e/o mantenere l’erezione con conseguente impossibilità di portare a termine il rapporto sessuale.

Oggi, secondo la Società Italiana di Andrologia e Medicina della Sessualità, a soffrire di un certo grado di disfunzione erettile sono circa 3 milioni di italiani.

Questo significa che in Italia 3 milioni di uomini hanno sofferto, almeno una volta, di questo disturbo, ma meno di un terzo di questi si cura o prende provvedimenti.

Ma in cosa consiste questa disfunzione erettile? Per risalire alle ragioni meccaniche o fisiologiche di questo disturbo dobbiamo rifarci alla serie di cause che possono provocarlo.

Disfunzione erettile cause psicologiche

Le cause legate alla sfera psicologica non sono ancora del tutto chiare, pur rappresentando una percentuale importante tra le motivazioni che provocano problemi di erezione.

In condizioni di stress il nostro sistema nervoso simpatico diventa iperattivo, questo può provocare una difficoltà nell’erezione, soprattutto se lo stress nasce all’interno del rapporto stesso.

Ad esempio un rapporto burrascoso o con problemi, una relazione che non riesce a decollare. I problemi del quotidiano che possono coinvolgere una coppia sono molteplici e possono ripercuotersi anche nelle relazioni intime.

Un altro elemento che può provocare difficoltà nell’erezione è la famosa ansia da prestazione che può cogliere anche i più esperti (non soltanto al primo rapporto) e può essere causata da una particolare importanza che diamo a quel rapporto di coppia, dal desiderio di fare bene che spesso comporta troppa concentrazione laddove tutto deve essere più spontaneo.

Anche la depressione, l’ansia o traumi sessuali possono portare a questo disturbo.

Disfunzione erettile cause fisiche

Tra le cause fisiche che possono provocare problemi di erezione possiamo elencare quelle di natura:

  • ormonale;
  • neurologica;
  • anatomica;
  • vascolare;
  • traumatica.

Quelle di natura ormonale sono legate all’iper o ipotiroidismo e all’ipogonadismo che sono rispettivamente: eccessiva o ridotta produzione di ormoni tiroidei, ridotta produzione di ormoni da parte dei testicoli.

Le cause di natura neurologica sono relative a patologie gravi come la sclerosi multipla, il morbo di Parkinson o come conseguenza di un Ictus.

La più comune causa anatomica che provoca una disfunzione erettile è la malattia di Peyronie (il cosiddetto pene curvo) provocata da una malformazione e un ispessimento del tessuto fibroso situato in corrispondenza dei corpi cavernosi.

Le cause di natura vascolare sono quelle relative a problemi cardiovascolari come aterosclerosi, ipertensione o diabete.

Infine abbiamo cause traumatiche legate a incidenti che hanno portato a traumi o lesioni alla testa del pene con conseguente difficoltà di erezione.

Come puoi vedere, in quasi tutti i casi, la disfunzione erettile è piuttosto un sintomo e non una malattia. Un segnale che il nostro corpo ci invia per informarci che c’è qualcosa che non funziona, a livello fisico o psicologico.

Oltre a tutte le cause (fisiche o psicologiche) abbiamo, però, anche i fattori di rischio. Ci riferiamo a quei fattori che potrebbero predisporre a questo disturbo aumentandone il rischio e che nella maggior parte dei casi sono legati a comportamenti sbagliati.

In particolare:

  • sedentarietà;
  • fumo di sigaretta;
  • obesità;
  • consumo di alcool.

Come puoi vedere sono tutte abitudini e comportamenti che possono essere evitati con costanza e buona volontà. Uno stile di vita sano è sicuramente alla base di una salute fisica, mentale e sessuale.

Ora che abbiamo elencato le cause, vediamo anche le possibili soluzioni.

Come curare la disfunzione erettile?

Tutto quello che hai visto finora riguarda delle patologie vere e proprie ma se i problemi erettili sono sporadici non allarmarti, potrebbe essere una condizione temporanea legata a fattori di stress.

Ecco un elenco di 5 consigli che potranno aiutarti, ma ricorda che non sostituiscono una visita medica accurata.

  1. Tecniche di rilassamento. Lo yoga aiuta a ridurre l’ansia se questa è la causa del tuo disturbo. Un altro rimedio che puoi adottare sono gli esercizi di Kegel che consistono in un allenamento dei muscoli pelvici. Mantenere in buono stato il nostro pavimento pelvico è un ottimo sistema per avere rapporti appaganti.
  2. Pompe per il pene. In commercio esistono particolari strumenti, non invasivi, che sono in grado di creare, con un sistema meccanico, una depressione negativa verso i genitali. Tale depressione spinge il sangue all’interno del pene grazie all’utilizzo di una campana di vetro e una pompa. Strumenti come le pompe per il pene possono sembrare difficili da utilizzare ma in realtà sono prodotti molto semplici da applicare in autonomia e possono rappresentare una soluzione per i disturbi di erezione e per avere rapporti sereni.
  3. Supporto psicologico. Come abbiamo visto le cause psicologiche della disfunzione erettile possono essere le più disparate. Un aiuto psicologico con un terapista di fiducia può aiutare a scoprire quali possono essere le motivazioni legate al disturbo e come risolverlo. In alcuni casi può essere utile anche una terapia di coppia.
  4. Rapporti sicuri. In alcune occasioni l’idea di un rapporto a rischio potrebbe provocare difficoltà di erezione. Se pensi che sia questo il problema, parlane con il tuo partner e utilizza preservativi per proteggerti da malattie veneree e/o anticoncezionali per evitare gravidanze indesiderate.
  5. Terapia farmacologica. In commercio esistono diversi farmaci per la disfunzione erettile, ciascuno adatto a diverse patologie e disturbi come:
    – farmaci rilassanti della muscolatura liscia;
    – terapia sostitutiva con testosterone;
    – farmaci inibitori della fosfodiesterasi.
    Ma ricorda che deve essere sempre il medico a stabilire se è il caso di prescrivere terapie farmacologiche e quali sono i farmaci più adatti alla tua patologia.

Conclusioni

In una relazione di coppia la sfera sessuale ricopre un ruolo importantissimo. Perché rinunciare a qualcosa che rende il rapporto completo per entrambi? Utilizzare un sistema come le pompe per il pene può essere un grande aiuto per garantire la salute sessuale delle nostre relazioni.

Inoltre, come hai avuto modo di constatare in questo articolo, i problemi di erezione non sono una malattia, sono piuttosto un allarme del nostro corpo che ci segnala un’anomalia a livello psicologico, vascolare o neurologico.

Cercare una soluzione iniziando a prendere informazioni e rivolgendosi ad un medico non significa soltanto migliorare le proprie relazioni sessuali ma anche prendersi cura di sé stessi.

Non aspettare quindi per una diagnosi, smetti di considerarlo un problema da nascondere, affrontalo e risolvilo!